Il “Decreto Rilancio” si avvicina alla conversione definitiva, prevista entro e non oltre il 18 luglio 2020.

Tra i tanti emendamenti modificativi e integrativi, si è previsto che i voucher per viaggi e vacanze cancellati fino al 30 settembre a causa del Coronavirus, saranno validi per 18 mesi, dopo di che, se non saranno stati utilizzati per altre prenotazioni, daranno diritto al rimborso.

Le norme entrano in vigore anche per i voucher che sono già stati emessi. I nuovi voucher, che ricordiamo non necessitano di accettazione da parte del destinatario, potranno essere utilizzati anche dopo la scadenza, a patto che la prenotazione avvenga nei termini dei 18 mesi.

È chiara la volontà da parte dell’esecutivo di migliorare la norma anche a seguito dell’apertura della doppia procedura d’infrazione da parte della Commissione europea che, come riportato nei precedenti articoli su questo argomento, rimarca il diritto dei consumatori di ricevere i soldi spesi nel caso in cui non utilizzassero il “buono”.

Contattaci per una consulenza gratuita dedicata all'emergenza voli compila il form e sarà un nostro esperto a chiamarti per fornirti assistenza.

Parliamone al telefono


+393335916909

Sentiamoci via email


Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Messaggio